di Alberto Pasi - 17 luglio 2018

Motociclismo d'Epoca di agosto-settembre 2018

La copertina del fascicolo di agosto-settembre è dedicata alla Vespa Super Sport. All’interno anche un approfondimento sulla storia di MV Agusta, Yamaha XJ 600 e FZ 600 R, la guida all'acquisto della Triumph Trident T150 750, i grandi eventi e molto altro…
In copertina: dopo la G.S., la prima Vespa sportiva, realizzata per un decennio in più versioni di 150 e 160 cc, la Piaggio rilancia e nel 1964 fa uscire la 180 S.S., ovvero Super Sport. Si tratta dello scooter di maggior cilindrata dell’epoca, rivaleggia con la Lambretta 175 T.V. e offre prestazioni adatte anche al turismo assicurando grande affidabilità. Prodotta fino al 1968, sarà sostituita dalla 180 Rally.
Praticamente nello stesso periodo, la MV Agusta progetta e realizza una nuova moto sportiva che svela al Salone di Milano del 1963. Linea aggressiva e motore bicilindrico di 166 cc ne fanno un prodotto unico, ma quando tutto sembra pronto per l’inizio delle vendite, con tanto di prezzo già fissato, si decide di fermare tutto. Motociclismo d’Epoca indaga su una storia poco nota ma molto interessante.

A seguire una moto di grande successo e che genera la categoria delle 600 cc giapponesi. E’ la Yamaha XJ 600, una quattro cilindri di notevole personalità estetica e meccanica. Presentata nel 1983 è considerata la prima sport tourer della storia.
Yamaha XJ 600
Non altrettanto bene andò con la successiva FZ 600 R, introdotta dalla Yamaha nel 1987 per rispondere prima al successo della Kawasaki GPz 600 R e poi a quello della Honda CBR600F. Base di partenza per questa moto è proprio il motore della XJ 600, mentre ciclistica ed estetica sono ripresi dalla FZ 400 R nata espressamente per il mercato giapponese. L’insuccesso è dovuto alle prestazioni poco brillanti in confronto con le altre sportive giapponesi, ma la risposta non tarderà ad arrivare con la successiva FZR.

La Guida all’acquisto è dedicata ad un classico dell’industria inglese, la prima versione della Triumph Trident T150 750, entrata in produzione giusto 50 anni fa. Una maxi ricca di fascino e con un motore a tre cilindri ancor oggi sorprendente per potenza, ma che richiede cure e attenzioni particolari. La situazione dei ricambi, la manutenzione, i pregi e i difetti.
La guida all'acquisto della Triumph Trident T150 750
La sezione sportiva della rivista si apre con l’analisi storica e tecnica della Gilera Giubileo Regolarità 98, modello ufficiale della Casa di Arcore, in scena con tante vittorie dal 1959 al 1964. Vi raccontiamo come venivano preparate le moto per gareggiare e quali erano le differenze rispetto ai modelli di produzione.

Segue la KA-I 125, prima Kawasaki a vincere un titolo mondiale nella Velocità, nel 1969 con l’inglese Dave Simmonds.

Infine, anche su questo numero non mancano i grandi eventi, come il Concorso di Villa d’Este e la rievocazione del circuito di Ospedaletti.
Rievocazione storica del circuito di Ospedaletti
© RIPRODUZIONE RISERVATA